.
Annunci online

  marcoesposito [ il blog di Marco Esposito ]
         


7 agosto 2009

Berlusconi, La Roma e Genova

Dopo qualche giorno di ferie passato a Roma a sistemare un po' di cose che non si riesce mai a sistemare durante l'anno, finalmente si parte, e si torna ad aggiornare il blog.

Volevo dirvi due tre cose prima di darci appuntamento a tra qualche giorno.

La prima riflessione riguarda la Roma, Berlusconi e la nostra informazione. La verità è che ormai, pian piano, chi manovra certi ingranaggi è in grado di farci accettare tutto. Dalla cessione di Aquilani (con mezza tifoseria contenta invece di essere in piazza a protestare) all'ennesimo editto bulgaro di Berlusconi. Con il tempo e con la compiacenza di certa informazione si è in grado di far accettare ai cittadini praticamente ogni cosa. E se quando due legislature fa i girotondi assediavano il parlamento mentre veniva approvato il lodo "maccanico" per l'impunità delle più alte cariche dello stato, qualche mese fa a protestare contro il Lodo Alfano c'erano solo i seguaci di Di Pietro.

Siamo un paes in declino, finanziario, culturale, economico e morale. E una parte della colpa è dell'informazione, spesso troppo poco coraggiosa.

Con una tecnica comunicativa simile, silenziosa ma costante, l'attuale società che controlla l'As Roma è riuscita a far passare come affare la cessione di uno dei migliori talenti italiani, un 25enne cresciuto nel suo viviaio, e - fino a poco tempo fa - dichiarato incedibile.

Noi ci sente da Genova tra una quindicina di gioni, perché da lì il 22 agosto avrà inizio la Festa Democratica Nazionale. E se vi va, visto che tra un po' le notizie on line saranno a pagamento, la commenteremo insieme.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




17 giugno 2009

Guardare i telegiornali, una brutta abitudine da perdere...

Vivendo tutto il giorno in una redazione, sempre davanti al pc o alle agenzie, difficilmente la sera, tornato a casa, mi guardo i tg.

Martedì però mi è successo. Il percorso del mio autobus era stato deviato a causa della manifestazionne dei cittadini dell'Aquila contro il decreto voluto dal governo e in discussione alla Camera. Giudicando importantissima per il prestigio berlusconiano la ricostruzione dopo il terremoto in Abruzzo, mi sono sintonizzato sul tg5 (che non aveva inserito la notizia nei titoli).

Ecco un video con i servizi di studio aperto, tg 5, e rai1. Fate attenzione a quello che si dice nel tg5. io non ho mai sentito un servizio del genere in vita mia....





Lo speaker chiama il governo "il governo del fare", del Pd dice che la sua battaglia contro il decreto va "solo contro chi abita nelle tendopoli". Il tutto senza spiegare perché si protestava sotto il parlamento. Poi Studio aperto, addirittura, dice che gli abiandi dell'Aquila sono andati a Roma, così per gita....

Veniamo a cosa è successo questo mercoledì. Le notizie della mattinata erano due. I dati Ocse sulla recessione. La notizia arriva verso le 11 di mattina. Leggiamo ADN: Debito pubblico al 115% e deficit al 6%.

Il Tg2 delle 13 non solo non mette la notizia nei titoli, ma non ci fa neanche un servizio. E dell'altra notizia della giornata, ovvero delle rivelazioni del Corriere della Sera sull'inchiesta sulla sanità in Puglia che vedrebbe anche un coinvolgimento del Premier per via di alcune ragazze pagate per prendere parte alle feste da lui organizzate a Palazzo Grazioli, il tg2 decide di introdurle così:

"Ennesima intromissione nella vita privata del Premier che si ritrova suo malgrado sulle pagine dei giornali" (video del servizio)


del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




8 giugno 2009

Europee 2009: la Frenata di Silvio Berlusconi

Le elezioni Europee hanno dato alcuni risultati importanti. Il primo e più importante dato è che Silvio Berlusconi non ha sfondato. Il risultato plebiscitario che il Cavaliere cercava non è arrivato.

Il Pd ha avuto una performance dignitosa. Un risultato che in qualche modo identifica lo zoccolo duro del partito. Su cui è possibile costruire. Comunque, il Pd è vivo. Questo è quello che contava.

Gli argini di cui parlavamo l'altro giorno, hanno resistito. Ben tre argini su 4 hanno tenuto, domani verificheremo il quarto.

I rapporti di forza all'interno della maggioranza sono cambiati: le Lega ora pesa ancora di più.

L'affluenza alle urne: è calata in maniera impressionante al sud. Mezzo paese non crede più nella politica romana. E' importante che il Pd apre un nuovo rapporto con il mezzogiorno d'Italia. E' la prima urgenza per costruire un Pd ad ampio respiro.

Domani sarà il giorno delle amministrative. Chi vorrà potrà seguirle su REDtv dalle 10 fino al tardo pomeriggio.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Europee 2009 Pd PdL Berlusconi

permalink | inviato da marcoesposito il 8/6/2009 alle 2:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



5 maggio 2009

Silvio Berlusconi, Veronica Lario e la vox populi...

Ieri pomeriggio io e il mio amico Marco De Amicis cercavamo un posto per prendere un buon caffè.

Marco,  che è in forma Splendor, mi ha portato in un posticino, un piccolo bar, in una piccola via che porta al Pantheon, al centro di Roma. Marco, che è attento alla forma e alla linea, mi ci porta perché lì fanno un ottimo caffè affogato nello zabaione.

La barista, molto romana, per i primi tre minuti, non ci ha guardato nemmeno in faccia, intenta a dare alcuni consigli ad una bambina, per pulirsi bene "il grugno".

Dopo ha finalmente spostato la sua attenzione su di noi, abbiamo ordinato i due caffé affogati (piccolo per me, medio per Marco), e abbiamo iniziato a parlare di Berlusconi e Veronica. Io e Marco ci chiedevamo se la vicenda togliesse o meno voti e consenso all'Imperatore. E allora abbiamo attaccato bottone...

Io: "ha visto Berlusconi, povera la moglie..."
Barista: "Seee..povera..."
Marco: "Poverina Veronica, lei non ha fatto nulla..."
B: "Ma parlamo seriamente...?"
Io: Certo....ma mi dica..lei è Berlusconiana di parte?"
B: No, io so indipendente....
Io: Bhe..ma allora povera Veronica...è cornuta...."
B: E che te pare che lei è stata bbona e cara a casa senza fa' niente?
Io: e che ne so...
B: Se....aho...l'omini e le donne so uguali...c'hanno solo una differenza....(alludendo al pene..)
(De Amicis a disagio...)
B: aho..guarda che l'omini c'hanno Federica.....ma le donne che fanno..???? (alti livelli...)
Io e Marco:" e che fanno..."
B: Aho...semo tutti essere umani...quella pure...dopo un mese che er marito sta via...che fa....te pare che non se trova qualcuno....."
Io: eh...ma lei invece è cornuta riconosciuta...lo sanno tutti...
B: E infatti, quella è la differenza...Berlusconi è stato scemo che s'è fatto sgamà...(sgamare: scoprire n.d.b.)
Io: ho capito...ma di lui si dice sia andato con una minorenne...
B: Oddio che schifo...quello no....
Marco...(con ancora mezzo bicchiere di Caffè e zabaione...) possiamo sederci un attimino fuori a finirlo?
B...si come no...potete fa' tutto, tranne famme incazzà, che poi nel caffè ve ce sputo la prossima volta.....
Io: bene!

Insomma, abbiamo imparato due cose:

1) Che per far deflagare il potere Berlusconiano agli occhi del popolo berlusconiano dobbiamo puntare sulla sua dabenaggine..."E UN COJONE CHE SI E' FATTO SGAMARE"

2)  La barista di questo "baretto" è meglio non farla incazzà.... 

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi Veronica Lario Noemi

permalink | inviato da marcoesposito il 5/5/2009 alle 1:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



17 aprile 2009

Il mago Silvan a Domenica In fa una battuta su Berlusconi, Lorena Bianchetti rimedia a suo modo

Più di mille articoli, più di mille editoriali, penso che a far capire che tipo di aria tiri in RAI, basti questo video.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




25 gennaio 2009

Silvio Berlusconi e il limite..

Ogni tanto sentendo le gaffes di Berlusconi che si susseguono negli anni, nei mesi e nei giorni, mi sono chiesto: "Esiste un limite?".

C'è una soglia oltre la quale gli italiani ad un certo punto diranno: "Basta, è troppo"? Fino ad ora questo momento non è arrivato.

Ma penso che prima o poi arriverà il momento del rigetto. Del rigetto di Berlusconi. E, come d'incanto, tutti quei fattori che fino ad oggi sono stati a suo vantaggio (essere così simile all'italiano medio, maschilista, piacione con le donne, ricco, di successo etc etc) diventeranno insopportabili per gli italiani.

Avverrà nel momento in cui meno ce lo aspettiamo. Ma quel momento arriverà, gaffes dopo gaffes.

E "cadute di stile" come queste, avvicinano quel momento.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi sardegna stupri soldati

permalink | inviato da marcoesposito il 25/1/2009 alle 21:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



2 dicembre 2008

Berlusconi e la Tasse....

Dedicato a chi ci crede ancora.....

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




19 novembre 2007

Berlusconi, l'inizio della fine

 


Secondo me Berlusconi è a fine corsa. Questa è la mossa della disperazione. Tra pochi minuti inizierà la conferenza stampa che dovrebbe sancire la nascita del PPL, il partito del popolo della Libertà. Come se si trovasse davanti ad un programma tv che perde colpi, Berlusconi tenta di rinnovarne il format: via il nome, via il vecchio logo, via i vecchi colonnelli.

Ha deciso di giocarsi il tutto per tutto, puntando ad uno scontro diretto con il Pd, e su una legge elettorale che premi il PARTITO con il consenso più ampio.

Vedremo. Guardiamo la conferenza stampa e giudichiamo dopo insieme

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




30 agosto 2007

From Telese

Un berlusconi in grandissima forma. In forma post estiva. C'era tutto del berlusconi d'annata: la barzelletta, il bagno di folla, l'aneddoto sulla mamma, le foto coi bambini.

Sul contenuto delle sue affermazioni, invece, meglio calare il sipario. La legge elettorale è buona (Calderoli quando ha detto "é una porcata" si riferiva al premio di maggioranza regionale invece che nazionale) e si può andare subito a votare. Nelle ultime elezioni ci sono stati brogli. Tutto quello che il suo governo non è riuscito a fare è stato mancato per colpa degli alleati.

Francamente Berlusconi, per quanto abbia un indiscusso fascino, inizia a mostrare la corda. Dice sempre le stesse cose, ormai da tempo. Non mi sembra in grado di offrire una diversa visione della società rispetto a quello che blatera da tempo.

La speranza, per questo centro destra, è che la nascita del Pd, in qualche modo, porti a importanti cambiamenti anche al suo interno.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  



sfoglia     luglio        settembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



nessunotv
mario
ildea
Generazione U Roma
grillo
radio alzo zero
mia nipote
Il vecchio blog
mio fratello


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom