.
Annunci online

  marcoesposito [ il blog di Marco Esposito ]
         


21 ottobre 2009

Mourinho vale Carlos Bianchi

Ora possiamo dirlo. Il Mourinho che stiamo vedendo in Italia vale il Carlos Bianchi della Roma.

Non di più non di meno. I punti in comune cominciano ad essere molti, forse troppi.

Mourinho ha fatto vincere la coppa Campioni al Porto. Esattamente come Carlo Bianchi fece vincere la coppa Intercontinentale al Velez, in finale contro il Milan di Capello. Mou vinse quella coppa in finale contro il Monaco, e sculando all'ultimo secondo contro il Manchester.

Quando la squadra va sotto, dentro gli attaccanti. Questa era una specialità della ditta del signor Galbusera. Se la Roma andava sotto, piano piano entravano tutti gli attaccanti: Balbo, Fonseca, Totti, Del Vecchio. Mourinho fa lo stesso. Ieri sera abbiamo visto Materazzi punta.

Insomma, quello che ha detto Zdenek Zeman sull'allenatore portoghese, inizia ad avere un qualche riscontro probante.

Se aggiungiamo il fatto che lo scorso anno Mou ha vinto un campionato senza alcuna concorrenza credibile, viene da sé che il presunto valore aggiunto di Mourinho è inesistente. Il suo contributo non è sicuramente superiore a quello di un Roberto Mancini, che di scudetti con un organico infinitamente superiore a quello delle avversarie ne ha vinto più di uno.

Infine, faccio notare anche un'altra cosa. Il signor mourinho è un bel "minestraro". L'Inter pensa soprattutto a difendere. E l'anno scorso il suo gioco era, tutti dietro e palla lunga per Ibra, che ci pensa lui.

Quest'anno, con lo svedese passato al Barcellona, il gioco va costruito. E spesso sono dolori, soprattutto in Europa. Dove è facile che l'inter incontri squadre che fisicamente sono in grado reggere l'urto dell'undici nerazzurro, cosa che in Italia non è altrettanto semplice trovare.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




5 maggio 2008

Due o tre cose su questo campionato

1) Non Meritato. L'inter domenica prossima diventerà, immeritatamente, campione d'Italia. E' uno scudetto che merita poco, soprattutto per lo scarso rendimento reso negli ultimi 4 mesi. Da derby a derby, l'Inter è praticamente scomparsa. E gli infortuni non sono una giustificazione sufficente. Il derby di ieri è stato imbarazzante, mai visto una squadra che si gioca lo scudetto giocare con così poco mordente, in una stracittadina poi...

2) Rimorsi. La Roma poteva vincere questo scudetto, ma ha buttato troppe occasioni. Ne cito solo tre: il pari interno di 15 giorni fa con il Livorno (ampiamente la peggior squadra di questo campionato), il pareggio di Cagliari, il pareggio con l'Inter (ma lì la colpa è stata di Rosetti...)

3) Aiutini.  Alcuni "aiutini" arbitrali ricevuti dall'Inter tra gennaio e febbraio (con il Parma, con il Catania, con la Roma) sono stati decisivi per evitare ai nerazzurri il tracollo. Aiuti di arbitri in crisi, in cerca di un nuovo padrone, scarsi; non in malafede.

4) Il fallimento di Mancini. Quello di domenica sarà il terzo scudetto consecutivo per Mancini, ma, paradossalmente, ne sancirà il fallimento. La scollatura tra il tecnico è la squadra è evidente e sotto gli occhi di tutti. E, soprattutto, Mancini non è lucido nelle scelte. Non schierare Ballotelli, nel derby che può valere lo scudetto, perché è diffidato, per tenerselo per Inter- Siena, vale più di mille errori tattici.
Il fallimento di Mancini è prima ancora nella mentalità dell'inter. Nella mentalità che mai è riuscito a trasmettere ai suoi uomini.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Inter Roberto Mancini

permalink | inviato da marcoesposito il 5/5/2008 alle 0:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa



29 marzo 2008

L'uomo scudetto




Se l'Inter vince lo scudetto, il merito sarà soprattutto di quest'uomo...

Fino a quando Collina continuerà a designarlo per le partite dell'Inter?

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Roberto Rosetti Inter scudetto arbitro

permalink | inviato da marcoesposito il 29/3/2008 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



12 marzo 2008

Mancini lascia l'Inter



L'Inter è stata eliminata dalla champions League per opera del Liverpool (che ha meritato il passaggio del turno).

Ma la notizia è già vecchia. Perché, a sorpresa, Roberto Mancini a fine partita, a fine conferenza stampa, ha annunciato che a fine stagione lascerà  l'Inter. 

 A mia memoria è successo soltanto due altre volte che un allenatore, in piena stagione agonistica, annunciasse il suo addio alla squadra che stava allenando. Lippi  alla fine  del suo primo ciclo juventino annunciò che avrebbe lasciato i bianconeri a stagione conclusa. La stagione non la finì, perché a Febbraio si dimise dopo una cocente sconfitta casalinga ad opera del Parma. (Al suo posto arrivò Ancelotti).

Poi mi viene in mente Sven  Goran Eriksson, che annuncio che sarebbe andato ad allenare l'Inghilterra al termine della sua ultima stagione laziale. Anche lui, sebbene reduce dallo scudetto, non finì quella stagione sulla panchina biancoceleste, sostituito da Zoff.

Ora, io  credo che Mancini finirà la sua stagione sulla panchina dell'Inter, ma probabilmente questa decisione, anzi questo annuncio, potrebbe essere per la squadra nerazzurra ancor più destabilizzante della sconfitta in Champion's.

E' ovvio che se Mancini ci ripensa, e ritorna sui propri passi, magari dopo un aumento di ingaggio, si dimostrerebbe uomo di ben poca levatura morale.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




28 febbraio 2008

Inter-Roma, arbitra Rosetti

Che la designazione di Rosetti non fosse una scelta felice lo avevo pensato, e soprattutto scritto qualche giorno fa.

I suoi errori sono stati decisivi ieri sera a San Siro. Ha sbagliato due volte. La prima a non espellere Burdisso. Evidentissimo il suo fallo su Taddei. L'inter, già in dieci, sarebbe rimasta in 9. L'Inter non era in grado di abozzare nessun tipo di reazione. E qui viene la svolta della partita, l'espulsione di Mexes. Un'espulsione "politica", perché mai sarebbe avvenuta giocando 11 contro 11.

Rosetti ha dimostrato scarsa personalità, ma non è una novità.

Altre due considerazioni.

1) La Roma. Questa squasra conferma di non avere la cattiveria necessaria per vincere. Ha avuto davanti a sé il cadavere dell'Inter, e, invece di infierire, ha giocherellato. In questo senso, serve un acquisto, un attaccante con quella cattiveria del gol, di cui sono dotati i grandi bomber d'area di rigore. Si confermano i limiti di questo gruppo di giocatori.

2) L'Inter. E' a pezzi. Nel secondo tempo non stavano letteralmente in piedi (e questo aumenta le colpe della Roma). Mancicni ha sbagliato molto. Tre cambi in pochissimi minuti, restando poi senza cambi per tutta la parte finale del match. Ad un certo punto giocava con tre punte più Figo...Quasi un suicidio. Ho letto del carattere dell'Inter. Io non l'ho visto. La reazione dell'Inter c'è stata soltanto perché provacata dall'espulsione di Mexes. L'inter sta diventando un po' la Juventus di due anni fa. Riceve gli "aiutini", ma i suo tifosi, i suoi giornalisti, e i suoi giocatori non se ne accorgono, ed esultano come se nulla fosse.
Detto questo, la superiorità tecnica dell'Inter in questo campionato esiste. Ma i ripetuti favori ricevuti ne hanno dilatato il vantaggio in classifica, e diminuito i meriti. 

Non sarà uno scudetto senza ombre. Ma non è uno scandalo. 

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Inter Roma Rosetti San Siro Inter-Roma.

permalink | inviato da marcoesposito il 28/2/2008 alle 18:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



28 gennaio 2008

Appunti sparsi

Politica:

Ho l'impressione che evitare il voto anticipato sia praticamente impossibile. Che il centrodestra abbia la vittoria in tasca, non credo sia del tutto vero. Berlusconi e Fini sembrano assolutamente compatti nel voler andare alle urne. Berlusconi perché sa che solo così potrà tornare ad essere presidente del consiglio (anche solo tra un anno non sarebbe più il candidato premier della Cdl), Fini perché ha paura che una legge elettorale sul sistema tedesco - o che privilegi il centro - possa essere letale per An. Non può che essere Veltroni il candidato premier del Pd. Mi farebbe molto piacere se il Pd andasse alle elezioni da solo.

Calcio

Ho proprio l'impressione che il duello Inter-Roma si stia pian piano avvelendando. Colpa un po' dei Mass Media, che cercano di trasformare in caso qualsiasi errore arbitrale, colpa del vittimismo dell'ambiente nerazzurro, colpa dell'arroganza di Roberto Mancini, uno che si sente molto vicino a Dio.

Fatti miei.

Il nipote cresce. Venerdì l'ho visto dal vivo...c'ha una faccia di una tranquillità unica. Mi sembra proprio beato.

Varie

Vi consiglio un film: American Gangster

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




10 dicembre 2007

Scudetto: è già finita?

No, secondo me la corsa scudetto non è ancora finita.

L'Inter è infinitamente più forte della Roma: ha più giocatori decisivi, ha una rosa più ampia, ha tanti cm in più in squadra.

Eppure, un dubbio su questa squadra ancora mi rimane: l'Inter sa giocare e vincere anche sotto pressione? Io ho qualche dubbio...

Lo scorso anno il suo scudetto non è mai stato in dubbio. L'Inter ha perso, in campionato, l'unica partita che valeva lo scudetto: lo scontro diretto con la Roma a San Siro. C'era pressione, l'Inter ha fallito.

Capitolo Champions: l'inter incontra il Valencia, è uno scontro dentro o fuori, è favorita, c'è pressione, ma viene, clamorasamente, eliminata.

E allora la Roma ha un solo compito: rimanere incollata all'Inter il più a lungo possibile. Mantenere in gioco l'assegnazione del titolo. Far crescere la pressione sull'Inter. E allora vedremo che le tensioni dello spogliatoio dell'Inter, le invidie che inevitabilmente esistono in uno spogliatoio di una squadra di calcio, spunteranno.

E allora vedremo se l'Inter, squadra invincibile nel vincere le partite normali, dimostrerà di essere una squadra capace di vincere anche le partite decisive, quelle senza ritorno.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Inter Roma Moratti Valencia Champions scudetto

permalink | inviato da marcoesposito il 10/12/2007 alle 13:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



6 dicembre 2007

Appunti sparsi

 Due tre cosette da dirvi:

1) Mi è arrivata un offerta dal romanista: abbonamento on line al giornale per un anno a 15 euro. 15 euro per 12 mesi di pubblicazioni. Alla fine ho sottoscritto. Le cose sono due...o stanno facendo cassa perché sono in crisi economica, o ....pensano che chi è registrato sul loro sito (più di 45mila persone) siano persone che non comprano il giornale in edicola (e mai lo faranno). E quindi è un modo per guadagnare qualche lira grazie al sito

2) Nasce l'Iptv di Wind. Tra qualche giorno arriva quella di Tiscali. Più o meno conterrà le stesse cose che possiamo vedere sul satellite, o sulle altre iptv come quelle di Fastweb e di Alice. Ma allora, che senso hanno tutte queste iptv, se servono a vedere le medesime cose??? (e per giunta peggio che col satellite..)

3)La Lazio non serve a niente...

4) Se la ministra radicale Emma Bonino non incontra il Dalai Lama, che cosa dovremo pensare? Che anche i radicali non sono più quelli di una volta...

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




20 agosto 2007

Inter-Roma 0-1

La Roma vince la Supercoppa battendo l'Inter per 1 a 0 allo stadio Giuseppe Meazza di San Siro.
Ci dispiace molto per Fulvio Collovati, neutrale commentatore per la Rai della sfida tra la squadra di Spalletti e i nerazzurri. (ma perché i commentatori della Rai sono banali, poco preparati, e di parte???)



(Fulvio Collovati...tiè)



del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




20 giugno 2007

Pizarro resta alla Roma

  "Ora e' ufficiale: il centrocampista cileno David Pizarro restera' alla Roma. L'accordo raggiunto ieri sera tra i giallorossi e l'Inter, che era proprietaria di meta' del cartellino del giocatore e' stato ufficializzato oggi: "L'As Roma spa e l'Fc Internazionale spa comunicano - si legge nella nota - di avere raggiunto l'accordo per la risoluzione consensuale a favore di AS Roma del diritto di partecipazione alle prestazioni sportive del calciatore David Marcelo Cortes Pizarro con effetti a decorrere dal 1' luglio 2007. Il corrispettivo previsto di 5,75 milioni di euro, oltre Iva, verra' corrisposto dall'As Roma in tre annualita' per il tramite della Lega nazionale professionisti''


Non sono un fan di David Pizarro. Quando si intestardisce nel dribling davanti alla propria area di rigore è da uccidere. E' uno dei giocatori che più mi innervosisce in assoluto. Ma nella finale di ritorno di Coppa Italia, quando la Roma era sotto 2-0 contro l'Inter, entrando in campo ha dimostrato che, con il suo saper tener palla, è diventato un giocatore importante per questa Roma. E poi Spalletti lo vuole fortemente.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  



sfoglia     settembre        novembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



nessunotv
mario
ildea
Generazione U Roma
grillo
radio alzo zero
mia nipote
Il vecchio blog
mio fratello


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom