.
Annunci online

  marcoesposito [ il blog di Marco Esposito ]
         


29 settembre 2009

Zemanlandia, intervista a Zdenek Zeman

Serviva un evento un po' speciale per tornare a scrivere su questo blog. Era un po' che non scrivevo e il destino mi è venuto incontro.

Infatti, lunedì scorso alla casa del Cinema a Roma, è stato presentato Zemanlandia un film dedicato all'epopea del Foggia di Zdenek Zeman. Il film, della durata di 45 minuti circa, è molto carino, e racconta gli anni irripetibili del Foggia Calcio attraverso una partita a carte tra i protagonisti dell'epoca e l'intervista di Casillo, allora presidente della squadra pugliese, a Zeman.

Il film è molto ironico, divertente e da non perdere per i patiti di Zeman. Sì, perché vi sfido a trovare un altro allenatore in grado di attirare così tanto l'attenzione come il boemo pur non calcando la scena del grande calcio da tanti anni. Erano tantissime le televisioni e i giornalisti preseti, tutti lì per parlare con il boemo.

Ebbene si, perché il Boemo è un personaggio assolutamente affascinante. Affascinante il suo calcio, il suo calcio limite. Fatto di velocità, di tagli, con la linea difensiva alta, con il fuorigioco, il pressing, l'attaccare, sempre e comunque.

Il gioco di Zeman non era solo tattica calcistica. Era una filosofia. La filosofia del bene, del coraggio, dell'onesta, della trasparenza, dell'integrità, dell'estreme conseguenze delle proprie idee, della pulizia. Tutto il contrario del calcio italiano, sparagnino, furbo, votato alla simulazione.

Poteva Zeman imporre una filosia del genere in questa piccola terra italica? Ovviamente no. In questo paese vince chi fa il furbo, chi fa melina quando vince, chi si butta in aria di rigore. Poteva essere l'Italia il paese di chi predica il bel gioco sempre e comunque? No, è piuttosto la terra di chi consegne le tesserine telefoniche svizzere ad arbitri compiacenti, magari da chiudere in uno sgabuzzino se non obbediscono.

Tutta questa tirata su Zeman, per dirvi una cosa. Mi sono tolto 'sto sfizio, e l'ho intervistato. Non è semplice intervistare Zeman: parla pianissimo. Talmente piano che io, che era a venti centimentri dalla sua bocca non sentivo le risposte. Inoltre ci sono i silenzi...da riempire in qualche modo...

Abbiamo parlato di doping, di Juve e di mourinho, di Cassano e delle nazionale.

L'intervista l'abbiamo fatta con una telecamera che trasmettava via skype. 

 

Ps: la prima domanda - diciamo la verità - era dovuta alla circostanza, era destinata al taglio sin dalla partenza...

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Zeman Zemanlandia Marco Esposito Juve

permalink | inviato da marcoesposito il 29/9/2009 alle 23:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



5 luglio 2007

Il mio blog, John Elkann, e Daniele Capezzone

Ho almeno tre cose da dirvi...

1) Il mio amico Daniele Capezzone ha finalmente dato vita al tanto atteso network. Per questo motivo è nato il sito Decidere.net, nel quale Daniele svela le sue 13 proposte per cambiare questo paese. 13 piccoli rivoluzioni. Sono molto contento che al centro del progetto di Daniele ci sia anche il web. Insomma, forse è anche un po' merito nostro se Capezzone ha imparato ad apprezzare il valore della rete....(e togliamoci dalla mente Pannella e la sua setta di seguaci...)

2) Se c'è ancora qualcuno disposto a far passare la vulgata secondo la quale Moggi era il re del mercato, e Giraudo il mago del bilancio, e cha la juventus sia stata vittima di chissà quale complotto, farebbe bene a leggere l'intervista di John Elkann al corriere della Sera dell'altro giorno. Riporto i pezzi che ci interessano:

"Le penalità che la Juve ha subito non le ha avute per niente - ha detto al Corriere della Sera - c'erano stati comportamenti giudicati inaccettabili e come tali sono stati puniti dalle autorità sportive. La differenza con il Milan si spiega semplicemente con il fatto che per i rossoneri la responsabilità di quei comportamenti è ricaduta su consulenti esterni".

"«Le spese di Moggi e Giraudo erano insostenibili, avevano supplito con le plusvalenze ma non si poteva continuare così«Le spese di Moggi e Giraudo erano insostenibili, avevano supplito con le plusvalenze ma non si poteva continuare così"

3) Da oggi faccio un po' di prove usando vari template del cannoocchiale. Il vecchio template, nella nuova versione, faceva diventare blu le scritte dei link da andare a vedere. Sto provando a modificare un paio di template, ma ...nun ce capisco un'acca...Fatemi sapere cosa ne pensate di questa prima scelta (ne seguiranno altre...il nero è pessimo per la leggibilità...è una delle prime regole della comunicazione on line...)

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




18 giugno 2007

Su Fabio Capello

Ho visto Real Marid Mallorca. Ho visto alcune partite del Real Madrid quest'anno.

Non ne ha mai giocata bene una. Fabio Capello vince un campionato mediocre, buttato via almeno un paio di volte dal Barcellona, e anche dal Siviglia.

I suoi uomini sono stati tra i peggiori: da Emerson a Cannavaro, per non parlare di Cassano...

In Italia si giudica tutto solo e soltanto in base al risultato. In questo modo sono capaci tutti a fare gli opinionisti, anche il bar sotto l'ufficio di Nessuno.tv. Capello vince, Capello è un fenomeno. Capello perde, è un brocco invecchiato.

Aveva messo fuori rosa Beckham, dopo che l'inglese aveva firmato un megacontratto con una squadra americana, sicuro del fatto che Beckham si sarebbe risparmiato a causa del futuro lauto ingaggio. E si sbagliava, l'inglese ha mostrato una grandissima professionalità.

Capello ha vinto uno scudetto in Spagna con il Real Madrid. Insoma, sinceramente, non mi sembra una grande impresa.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  



sfoglia     agosto        ottobre
 


Ultime cose
Il mio profilo



nessunotv
mario
ildea
Generazione U Roma
grillo
radio alzo zero
mia nipote
Il vecchio blog
mio fratello


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom