.
Annunci online

  marcoesposito [ il blog di Marco Esposito ]
         


3 luglio 2009

I Piombini e la candidatura di Ignazio Marino

Ho seguito con interesse in ogni sua fase lo sviluppo delle varie iniziative dei Piombini. Ho avuto modo di intervistarne recentemente due tra gli esponenti più importanti: Sandro Gozi e Giuseppe Civati.

Domani alla festa democratica di Roma, Ignazio Marino annuncerà la sua candidatura alla segreteria del Pd in vista del congresso del prossimo ottobre. La sua candidatura sarà appoggiata appunto dal gruppo dei piombini.

Stimo Ignazio Marino, molto. Sono stato molto vicino al suo punto di vista  sul cosidetto tema del "fine vita", e al suo disegno di legge in proposito.

Penso, però, che una figura così particolare com Marino, non propriamente un profilo politico, e, oltretutto, caraterizzato, molto, per alcuni temi non sia l'ideale come segretario di un partito. Esattamente quanto mi aveva detto Sandro Gozi durante l'intervista.

Ma la vera questione che mi pongo in questo momento è un'altra: avrebbero fatto bene i Piombini a dar vita ad una candidatura tutta loro? Io penso proprio di si.

Per due motivi:

1) Io credo che la candidatura di Giuseppe Civati sarebbe stata non solo più rappresentativa ma non meno efficace di quella di Marino. Inoltre avrebbe avuto il pregio di far sì che, finalmente, questa generazione di dirigenti scendesse in campo in prima persona per una battaglia politica all'interno del partito. L'impressione, dall'esterno, è che non sia stata scelta questa strada per mancanza di coraggio. Benché stavolta ci fossero tutti i presupposti per una candidatura di un esponente dei piombini: motivazioni politiche, spazio mediatico, e simpatia della base

2) Goffredo Bettini. Bettini è stato il king maker del modello Roma, di Walter Veltroni e del primi 18 mesi del Pd. Goffredo Bettini non può rappresentare "il nuovo", il cambiamento, l'alternativa a Franceschini, vicesegretario di Veltroni, che appoggia Franceschini. Ritengo che l'appoggio ad una candidatura fortemente voluta da Bettini, sia incompatibile con le idee che sono state portate avanti da questo gruppo di persone.

Penso, sinceramente, che questa scelta, nonostante l'alto profilo del professor Marino, sarà una scelta che peserà negativamente sul tanto auspicato processo di rinnovamento del Pd e che non fa che mettere - ancora una volta - ai margini la generazione dei trentenni e dei quarantenni.

Ma a questo punto, forse, è giusto che questa generazione smetta di chiedere un rinnovamento nel nome del quale non è disposta a rischiare nulla.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




24 giugno 2009

REDazione: Intervisto Sandro Gozi

Dopo tanto prepararla per gli altri, oggi è toccato a me condurla. Sto parlando di REdazione, il programma del mattino di RED, quello condotto dai Direttori. Ospite  era Sandro Gozi, deputato del Pd, ed esponente del gruppo dei cosiddetti "Piomibini". Nella prima parte abbiamo analizzato il voto, nella seconda siamo andati sul prossiimo congresso del Pd e sull'appuntamento del Lingotto del prossimo 27 giugno.

Se vi va, ditemi che ve ne pare...

 

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  



sfoglia     giugno        agosto
 


Ultime cose
Il mio profilo



nessunotv
mario
ildea
Generazione U Roma
grillo
radio alzo zero
mia nipote
Il vecchio blog
mio fratello


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom