.
Annunci online

  marcoesposito [ il blog di Marco Esposito ]
         


18 ottobre 2009

Le primarie del Pd e la mancanza di capacità comunicativa

Domenica prossima, 25 ottobre, il partito democratico andrà alle seconde primarie della sua storia. Per la prima volta da quando esistono le primarie non c'è un vincitore predeterminato. Franceschini, Marino e Bersani sono tre candidati credibili, e il popolo democratico è chiamato a scegliere lui stesso chi sarà il segretario del Pd. Non ci sono precedenti nella storia. Nelle precedenti occasioni si era trattato solo di confermare decisioni già prese dalle segreterie di partito.

Il percorso è stato lungo, oltre tre mesi. L'altro giorno c'è stato il primo confronto tra i tre candidati alla segreteria. Eppure....

Eppure è incredibile come il Pd abbia fallito già oggi l'obiettivo: cioè trasformare queste primarie in una grande occasione di mobilitazione dei simpatizzanti del pd e dell'opinione pubblica in generale. Anche i media, incredibilmente, hanno dedicato molto meno spazio alle primarie rispetto a quanto era lecito attendersi.

L'apertura dei giornali e dei telegiornali, anche nel giorno seguente al confronto, era comunque dedicata a Silvio Berlusconi. Non c'è niente da fare: anche in questi giorni il Partito Democratico non riesce a togliere a Sivlio Berlusconi la centralità della scena mediatica e politica.

E' vero: non sono state primarie esaltanti. Non sono state primarie in cui i candidati si siano mostrati dei grandissimi personaggi mediatici.

Ma a me sembra comunque una grandissima occasione persa. Le primarie del partito democratiche sono rimaste una cosa "da addetti ai lavori" o comunque un'occasione persa per parlare anche a chi non fa parte del solito mondo democratico.

La grande gara tra Hilary Clinto e Obama riuscì a mobilitare tantissime persone, e fu alla base della vittoria demcoratica alle successive elezioni presidenziali. Adesso io non so se questo basso profilo sia in qualche modo stato ricercato dai candidati o dallo stesso partito, per non enfatizzare eventuali divisioni. Quello che so è che è stato un errore. O tutt'al più un'incapacità.

Rimane un'unica grande possibilità: un confronto in una televisione generalista visibile a tutti. A Ballarò o a Porta a Porta. C'è la necessità di un grande evento mediatico che serva a lanciare le primarie del Partito Democratico. Affinché almeno in questa occasione si riesca a scalzare Silvio Berlusconi dal centro della scena.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




15 giugno 2009

Il Partito Democratico e tanto altro...

Ci sono un po' di cose che vorrei commentare con voi....

1) Pd: ormai ci siamo. Sono pronti i blocchi di partenza. La corsa alla segreteria è già partita. E si stanno componendo le squadre. Per ora sembra andare a delinearsi la squadra di PierLuigi Bersan. O almeno di quelli che lo sosterrano. O che dicono che lo faranno. In questi ultimi due giorni si sono palesati accanto a Bersani sia D'Alema, sia - proprio domenica - Enrico Letta. E' facile ipotizzare che gran parte dell'area ex Diessina possa convergere su questa candidatura. Ora si aspetta di chiarire definitivamente la posizioe di Dario Franceschini. Fino ad oggi il segretario del Pd ha sempre detto che non si sarebbe candidato. Ma sembra sempre più difficile crederlo. Federica Mogherini, scrive sul suo facebook: "Penso che Dario dovrebbe candidarsi al congresso". E' ovvio e scontato che i popolari - Fioroni in testa - la pensino come lei. E sembra di capire che sulla stessa linea, opposta (GUARDA CASO!) a quella dalemiana si muovano i Veltroniani. Che pensano di creare un ticket Franceschini-Serracchiani. Dove la Serracchiani, nella visione da gadget che Veltroni ha dei "giovani" in politica, rappresenterebbe quella spruzzata di novità da esibire verso gli elettori.

A questo punto c'è da chiedersi prima di tutto quando Franceschini scioglierà la riserva (dopo i ballottaggi, sperando in un buon risultato?), e cosa faranno le altre "anime" del Pd: Rutelliani in testa.

Veniamo ad altro

2) Valentino Rossi. Allora: io non capisco niente di motociclismo. Però quando una cosa è bella, la sanno riconoscere tutti. E proprio il fatto che l'oggettività della sua bellezza e della sua realizzazione sono apprezzabili da tutti, rende questa cosa ancor più speciale. E' successo ieri, durante il Gp di Barcellona del MotoGP, dove Valentino Rossi, sfidando la fisica, ha superato Lorenzo, suo compagno di squadra della Yamaha, all'ultima curva. Da urlo.

3) Per i calciofili: tranquilli. Non ci sono problemi, quest'anno niente rischio di astinenza. Ieri è partita la confederations Cup: l'antipasto dei mondiali del prossimo anno. Stasera c'è Italia-Usa, ma domenica c'è Italia-Brasile, che è sempre un bel vedere. Poi oggi parte il campionato europeo under 21, che finisce a fine mese. E a fine mese, primi giorni di luglio, iniziano i ritiri delle squadre, soprattutto quelle impegnate nei turni preliminari della Uefa League. Il campionato riprende il 23 agosto e poi tutto d'un fiato verso il mondiale del 2010 in SudAfrica.

4) Theran. Alzi la mano chi di voi in questi due giorni non ha passato qualche minuto a pensare a quello che sta accadendo in Iran. Peccato che il nostro ministro degli Esteri non riesca ad andare oltre un semplice dirsi "preoccupato".

5) Il delirio di Berlusconi è ormai assoluto. Sabato ha detto ai giovani industriali di non dare pubblicità ai giornali "catastrofisti". Poi precisa di aver detto di "non dare spazio a Franceschini, il leader dell'opposizione (ma forse la toppa è peggio del buco!)

Ma voi guardatevi l'ultimo giro di Valentino Rossi e Lorenzo:

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




5 giugno 2009

Silvio Berlusconi: El Pasi Pubblica Le Foto Proibite di Villa Certosa

Il quotidiano spagnolo El Pais, nota gazzetta comunista, pubblica nella home page della sua versione on line due delle famose foto della calda estate sarda di Silvio Berlusconi. Sarebbero due delle foto che sono state sequestrate al fotografo Zappadu. Eccole:



del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




5 maggio 2009

Le foto di Berlusconi a Casoria alla festa di Noemi: ma sono vere???

Ecco alcune delle foto della festa di Noemi Letizia alla quale ha partecipato Berlusconi. Sono state anticipate ieri da Studio Aperto.

Ecco: io non ho mai visto nulla di più falso.....



Qui sembra un oleogramma inserito ad Hoc



Anche qui sembra "aggiunto"



Qui c'è un tavolo di giovani....E molti di loro non guardano verso di lui....

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




29 aprile 2009

Silvio, Marina e Noemi Letizia: trova le differenze





del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




13 aprile 2009

Berlusconi, il terremoto ed Annozero

Silvio Berlusconi esce da questa settimana, inevitabilmente legata alla vicenda del terremoto in Abruzzo, da trionfatore.

Ha trasformato la tragedia in un proprio personale successo, annichilendo qualsiasi altra voce, e facendo di se stesso il simbolo stesso non solo del governo, ma dello Stato intero.

Agevolato dalla buona predisposizione dei mezzi di comunicazione nei suoi confronti, Berlusconi ha avuto gioco facile non solo nel diventare l'eroe buono di questa tragedia, riuscendo addirittura ad incarnare la speranza per molti abruzzesi, ma a spegnere anche ogni voce di dissenso.

Pare, che l'unica nota stonata nell'orchestra berlusconiana, come al solito, sia stata quella di Santoro ed Anno Zero. Sinceramente ritengo le trasmissioni si Santoro, ormai, un po' noiose e anche superate per come sono concepite. Ma, mi chiedo, è possibile che ogni trasmissione di Santoro venga costantemente impallinata da tutto il centro destra?

Questa volta contro la trasmissione di Santoro sono intervenuti tutti, dal presidente della Camera, a tutti i capigruppi di camera e Senato del Pdl. Ora, non si era detto che la politica deve rimanere lontana dalla televisione di Stato? E' possibile che un presidente della camera debba occuparsi di Anno Zero? Può esistere ancora in Italia una voce diversa, fuori dal coro rispetto alla liturgia del TG1-TG2-TG4TG5?.

Sono sinceramente spaventato. Spaventato dalla piega che sta prendendo anche l'ultimo Berlusconi, quello di questo terremoto. Il Berlusconi che si rapporta direttamente con il "popolo", senza più alcuna mediazione. Lui=lo stato =L'Italia.

E paradossalmente, in questa visione, ancor più tetro mi appare il prossimo referendum. Se davvero il referendum Guzzetta dovesse passare, facendo sì che il partito con più voti si veda assegnare la maggioranza dei seggi in Parlamento, temo molto per il futuro non solo del Pd, ma dell'Italia tutta.

Con l'approvazione del Referendum il PdL governerebbe questo paese per i prossimi 15 anni almeno, trasformando Berlusconi, uomo solo al comando del PdL, in Berlusconi uomo solo al comando del Paese. Senza alcun potere a controbilanciarne la forza e il potere.

Amici, la situazione sta degenerando, non giochiamo a favore degli avversari. Da una difesa, magari poco convinta, di Santoro - ma anche della libertà di espressione - può iniziare un'importante "resistenza" alla nuova deriva di Silvio Berlusconi.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




10 marzo 2009

Berlusconi e la vecchietta....

Sicuramente ha tutti i peggiori difetti che gli Italiani possano avere. Sicuramente non ha senso dello stato e non ha senso civico. Certamente ha un'idea della democrazia che lascia perplessi.

Senza dubbio è un bugiardo, un bugiardo all'italiana, di quelli che mentono per "cavarsi d'impaccio" e fare sempre bella figura.

Ha un'idea  primitiva delle donne, del loro valore e del loro  ruolo. E' quello che a Roma chiamiamo un "piacione" senza possibilità di rimedio.

Eppure, ammettiamolo, ha un qualcosa nella sua comunicatività che nessuno, ma proprio nessuno dei nostri, neanche lontanamente possiede.

E questa comunicativa, alla famosa "gente comune", quella che non legge i giornali, che non segue la politica, che guarda il grande fratello e il sabato va ai centri commerciali arriva.

Hai voglia se arriva....

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




17 febbraio 2009

Paradosso Italia: dalla sentenza Mills alle dimissioni di Veltroni

In un paese normale, non in Italia dunque, oggi staremmo celebrando l'esatto opposto di quanto è accaduto oggi.

Il caso vuole che oggi, per quella che è una sconfitta in un'elezione regionale, si dimetta il leader dell'opposizione, mentre un tribunale della Repubblica emette sentenza di condanna nei confronti dell'avvocato Mills, reo di "aver ricevuto 600mila dollari dal gruppo Fininvest per dire il falso nei processi in cui era coinvolto Silvio Berlusconi, l'attuale presidente del consiglio."

In qualsiasi altro paese del mondo, oggi le dimissioni le avrebbe rassegnate il presidente del consiglio.

In Italia, la posizione di Silvio Berlusconi è stata stralciata grazie al "lodo alfano", la notizia finirà in decima pagina, e a dare le dimissioni è il leader dell'opposizione.

Ed è forse questa la più grande vittoria del Berlusconismo.

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




30 dicembre 2008

Che 2008 è stato

Il 2008 è stato un bell'anno. Un anno di "avanzamento", in tutti i campi, un bell'anno.

E' stato l'anno del trasloco e della nuova casa, ma soprattuttoè stato l'anno in cui è nato Luca Esposito, il secondo nipote, quello maschio, il primo cazzetto della nuova generazione esposito.

Queste due cose sono legate tra loro, Luca è nato il 20 Gennaio e io ho dormito nella nuova casa per la prima volta proprio la sera di quel giorno.

E' stato l'anno in cui amicizie e conoscenze nuove si sono intensificate e divenute più solide. Forse, questo è uno dei cambiamenti più belli del 2008, la nascita di nuove amicizie, di nuove frequentazioni, che sono andate a miscelarsi con le vecchi amicizie.

Nella politica è stato l'anno nero del Pd: sconfitta alle elezioni politiche, implosione dei principi che lo avevano generato, rinnegazione delle Primarie come selezione delle classi dirigenti, previsioni fosche per il 2009. Doveva essere l'anno di Veltroni, è stato l'anno di Berlusconi. Ma in politica è stato soprattutto l'anno di Barack Obama, la speranza dei democratici di tutto il mondo.

Nello sport è stato l'anno dello scudetto mancato della Roma. Per tanti motivi, per errori propri e per errori di altri (Rosetti su tutti)

Nel lavoro è stato l'anno di RED. E' vero abbiamo fatto tante altre cose: abbiamo seguito il tour di Veltroni, abbiamo fatto la maratona elettorale, ma questo rimane l'anno della trasformazione in RED, del cambio della sede, delle nuove trasmissioni.

E' stato un cambiamento positivo per noi. E' stato anche, secondo alcuni, l'anno della concorrenza con la tv "cugina", youdem. Ecco, credo che questi primi due mesi siano serviti a chiarire proprio questo: non esiste alcuna concorrenza con youdem; la tv del Pd non è un nostro competitor, i nostri competitor sono altri: rainews 24, per esempio. 

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  




18 dicembre 2008

E' vero: noi di RED spiamo Berlusconi....




«Red Tv? La sinistra ha stabilito la sede della sua emittente dalemiana sotto i miei uffici per tenere sotto controllo chi viene a trovarmi». Ospite d'onore alla festa di inaugurazione della casa di Anna Maria Quattrini, esperta di antiquariato e amica, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si è lasciato andare a una raffica di battute, alcune di argomento televisivo.
Il Cavaliere non ha escluso di poter andare ospite della tv dei suoi “vicini di casa”, ma è più probabile che si dedichi alla “nuova” Tv delle libertà che ricomincerà a trasmettere, dopo che Forza Italia l’ha rilevata dai circoli di Michela Vittoria Brambilla... (il messaggero)


Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ci ha scoperto: noi di RED non solo abbiamo scelto Palazzo Grazioli per stargli vicino, ma facciamo i turni davanti alla porta di servizio della redazione che da sul cortile interno di Palazzo Grazioli.

Io faccio il turno della mattina, Mario, abituato fare notte giocando a poker, ha il turno notturno.

A parte gli scherzi, un po' di curiosità a vedere chi passa c'è...soprattutto dopo "l'incontro segreto" con Bonanni e Angeletti.

E poi mica è colpa nostra se il cancelletto di Palazzo Grazioli fa scattare l'allarme ogni volta che uno lo apre....






(qui Mario ammette l'atto di spionaggio...)

del.icio.us  digg technorati oknotizie myweb.yahoo.com google bookmarks  



sfoglia     settembre        novembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



nessunotv
mario
ildea
Generazione U Roma
grillo
radio alzo zero
mia nipote
Il vecchio blog
mio fratello


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom