Blog: http://marcoesposito.ilcannocchiale.it

Il PD in Stato Comatoso

Dopo il tonfo d’Abruzzo sulla strada del PD c’è un cadavere da sgombrare, ma non è quello del solito Veltroni. È il corpo inerte e collettivo di quello che dovrebbe essere un gruppo dirigente, se solo mostrasse di reagire agli eventi come un qualsiasi essere vitale. Al vertice del PD si attende invece il compiersi della catastrofe nella più totale passività, perché ognuno è convinto di poter ricavare il proprio piccolo tornaconto dal corso naturale degli eventi. (Andrea Romano per il riformista)


Difficile essere più chiari di così. Il partito democratico può vivere solo e soltanto attraverso una nuova generazione di dirigenti. Ma anche la direzione di venerdì, sarà solo e soltanto l'ennesimo armistizio tra i soliti capicorrente.

Non sembra possibile, ma è proprio impossibile per loro guardare al di là del proprio naso. Il loro unico scopo è rimanere al loro posto.

Pubblicato il 17/12/2008 alle 15.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web